A filo d'erba

di Stefano Catone

Autore: Stefano Catone

Istruzioni per devastare l’identitarismo e il nazionalismo

In queste ore mi è capitato di meravigliarmi per alcuni testi che stiamo curando e pubblicando con People. Mi sono meravigliato per come, in un attimo, si siano tenuti stretti e abbiano dato un senso a quello che facciamo. Il testo che ho seguito più da vicino si intitola Lettera agli italiani come me ed […]

«Senza più valore», il nostro lavoro e le nostre vite

Ho avuto la fortuna di leggere in anteprima le bozze dell’ultimo lavoro di Davide Serafin. Si intitola «Senza più valore» e il riferimento è al nostro lavoro, ma non solo, perché il nostro lavoro coincide con il nostro tempo e il nostro tempo non è altro, in ultimo, che il tempo delle nostre vite. Serafin […]

Quel censimento «ad esclusivo fine di studio»

11 agosto del 1938, ore 15.25. La Regia Prefettura di Varese riceve un telegramma dal ministero dell’Interno, firmato dal sottosegretario Buffarini. Quel telegramma dava mandato a tutti i prefetti del regno di procedere «con celerità, precisione e massimo riserbo sotto vostra personale direzione» alla «rilevazione degli ebrei residenti nelle province del Regno». «Se necessario – […]

Pace, guerra, disarmo: un weekend dove i confini non esistono

Una passeggiata tra la storia e l’attualità, lungo i sentieri della Grande guerra, al termine della quale discuteremo insieme di pace, disarmo e antifascismo. Il tutto in altura, per ricordarci che in montagna i confini non esistono, ma esiste prima di tutto il sentirsi e il restare umani. Insieme a Stefano Iannaccone di Addioallearmi.it (seguite la […]

Sono tornato sulla rotta balcanica: ecco cosa ho visto

«Vedi quelli che sembrano fori causati da proiettili sulle facciate di quel palazzo… Sono esattamente fori causati da proiettili». Conclude la frase Greta, volontaria dei Corpi Civili di Pace che si trova a Bihać, Bosnia, da oltre un anno. Partiti per attuare un progetto di dialogo e riconciliazione – quei proiettili e quella violenza, quelle […]

Quando le montagne chiamano

«Quando ci si riesce a contare, si conta qualcosa». Non ricordo chi l’abbia pronunciato, so solo che è uno dei tanti appunti che ho portato a casa dalla seconda edizione de «Il richiamo della foresta» (che oggi, domenica 22 luglio, è ancora in corso), il festival di arte, musica e letteratura in montagna organizzato dall’associazione […]

Lontani dagli egoismi territoriali per ricostruire una comunità planetaria

«Quando mi dicono che dobbiamo “aiutarli a casa loro” resto sempre interdetto e mi chiedo in quale casa e chi dovrebbe aiutarli». Lucio Cavazzoni, già presidente di Alce nero, a margine del Politicamp di Reggio Emilia torna sui contenuti del suo intervento. La mia intervista:   Aiutiamoli a casa loro? «La terra è casa per […]

Come far fallire l’Unione europea sulla pelle dei migranti

Le conclusioni alle quali è pervenuto il Consiglio europeo nei giorni scorsi, in merito alla riforma del regolamento di Dublino, accontentano tutti, ma non servono a nessuno. Le trovate a questo link. Sin dall’inizio si ribadisce la necessità di «un controllo più efficace delle frontiere esterne dell’UE» e si rivendica il successo dell’accordo tra l’Unione e […]

Un mondo peggiore

Non sono un appassionato di fantascienza e di mondi distopici, ma credo che sicuramente qualcuno abbia già immaginato un futuro fatto di città in cui circolano molte più armi che adesso, in cui la violenza è più facilmente tollerata e in cui i morti fanno meno impressione. Un mondo, in definitiva, in cui viene meno […]

#Antifa a Milano, con l’Italia che non si adegua

Ci vediamo giovedì 21 giugno, alle 21, presso l’Arci Bellezza di Milano (via Bellezza, 16/a) – qui l’evento Facebook – per dialogare con Cecilia Strada, Giuseppe Civati e il sottoscritto, a partire dai tre libri (rispettivamente: “La guerra tra noi”, “Voi sapete” e “#Antifa”) sulle ragioni e le soluzioni per costruire una consapevole e umana convivenza. C’è un’Italia che non si […]